loader image
MarSEC

MarsCube (Rover Perseverance)

MarsCube (Rover Perseverance)

Perseverance è il nuovo rover della Nasa incaricato di cercare la vita sul pianeta rosso. E' atterrato su Marte il il 18 febbraio 2021. Al MarSEC in occasione dell'ammartaggio abbiamo allestito una mostra dedicata e si sono svolte attività, osservazioni, cene ed...

leggi tutto
Le Nostre Pubblicazioni

Le Nostre Pubblicazioni

Qui sotto potete trovare tutte le nostre originali pubblicazioni MarSEC. Gli e-ebook sono in formato PDF. Cliccate sulle copertine delle pubblicazioni per aprire il PDF in una nuova scheda del browser, dalla...

leggi tutto
From Earth to Universe

From Earth to Universe

L'avventura inizierà all'interno del planetario, dove avrà luogo la suggestiva proiezione del film "From Earth to Universe", esploreremo il tempo e lo spazio, partendo dalla mitologia, passando per le nebulose, le galassie, i pianeti per arrivare poi alle più recenti...

leggi tutto
From Earth to Universe

From Earth to Universe

L'avventura inizierà all'interno del planetario, dove avrà luogo la suggestiva proiezione del film "From Earth to Universe", esploreremo il tempo e lo spazio, partendo dalla mitologia, passando per le nebulose, le galassie, i pianeti per arrivare poi alle più recenti...

leggi tutto
Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons

Facebook Posts

JWST: EDGE OF INFINITY.

Domenica 23 gennaio: film al planetario "EuropeTo The Stars" alle ore 11:00 - 14:30 - 16:30 e visita alla nuova mostra dedicata al James Webb Telescope per scoprire da dove osserverà, come ci arriverà e cosa osserverà. Oltre ovviamente alla mostra First Man dedicata al conquista della Luna del '69. Mars Cube: Perseverance con il nuovo rover sulla superficie marziana e 30° Hubble Space Telescope con le riproduzioni artistiche.

Sarà possibile ammirare anche i murales dedicati a questo evento e opera dell'artista Federico Balestro (un selfie davanti allo specchio in scala 1:1 è un bel ricordo da portare a casa!)

Vi aspettiamo, prenotazioni: www.marsec.org/prenotazioni-ed-eventi/
... Espandi il testoRiduci il testo

11 ore fa
JWST: EDGE OF INFINITY.

Domenica 23 gennaio: film al planetario EuropeTo The Stars alle ore 11:00 - 14:30 - 16:30 e visita alla nuova mostra dedicata al James Webb Telescope per scoprire da dove osserverà, come ci arriverà e cosa osserverà. Oltre ovviamente alla mostra First Man dedicata al conquista della Luna del 69. Mars Cube: Perseverance con il nuovo rover sulla superficie marziana e 30° Hubble Space Telescope con le riproduzioni artistiche.

Sarà possibile ammirare anche i murales dedicati a questo evento e opera dellartista Federico Balestro (un selfie davanti allo specchio in scala 1:1 è un bel ricordo da portare a casa!)

Vi aspettiamo, prenotazioni: https://www.marsec.org/prenotazioni-ed-eventi/

Si riparte da "Impatti Meteoritici" di Massimo Pieropan stasera, parte ufficialmente la stagione 2022 del MarSEC! ... Espandi il testoRiduci il testo

2 giorni fa
Si riparte da Impatti Meteoritici di Massimo Pieropan stasera, parte ufficialmente la stagione 2022 del MarSEC!

Venere torna a farsi vedere il mattino com'è visibile in questa foto di Fabio Zarantonello. ... Espandi il testoRiduci il testo

2 giorni fa
Venere torna a farsi vedere il mattino comè visibile in questa foto di Fabio Zarantonello.

Iniziano una serie di bei passaggi della Stazione Spaziale Internazionale: stasera ore 19:01 fino alle 19:04 da sud-ovest vicino a Giove, magnitudine - 3.5 !

Buona caccia!
... Espandi il testoRiduci il testo

3 giorni fa
Iniziano una serie di bei passaggi della Stazione Spaziale Internazionale: stasera ore 19:01 fino alle 19:04 da sud-ovest vicino a Giove, magnitudine - 3.5 !

Buona caccia!

Arrivata oggi direttamente dal Maryland l'opera creata direttamente a tu-per-tu con il James Webb Space Telescope da una artista chiamata dalla Nasa. Davvero davvero bella! ... Espandi il testoRiduci il testo

4 giorni fa
Arrivata oggi direttamente dal Maryland lopera creata direttamente a tu-per-tu con il James Webb Space Telescope da una artista chiamata dalla Nasa. Davvero davvero bella!

Mostre dedicate al James Webb Telescope nel 2022 (mappa eventi Nasa Museum Alliance). ... Espandi il testoRiduci il testo

4 giorni fa
Mostre dedicate al James Webb Telescope nel 2022 (mappa eventi Nasa Museum Alliance).

Commenta su Facebook

Siete fortissimi!!!

-6 giorni :JWST: EDGE OF INFINITY

Nuova mostra immersiva dedicata al nuovo telescopio spaziale James Webb Telescope, immancabile.

Domenica 23 gennaio, 3 spettacoli ore 11:00 - 14:30 - 16:30 per un viaggio fino al bordo dell'infinito!

Prenotazioni: www.marsec.org
... Espandi il testoRiduci il testo

5 giorni fa
-6 giorni :JWST: EDGE OF INFINITY

Nuova mostra immersiva dedicata al nuovo telescopio spaziale James Webb Telescope, immancabile.

Domenica 23 gennaio, 3 spettacoli ore 11:00 - 14:30 - 16:30 per un viaggio fino al bordo dellinfinito! 

Prenotazioni: www.marsec.org

Come saprete sicuramente dai telegiornali ieri c'è stata una immane esplosione del vulcano sottomarino a Tonga nell'oceano Pacifico.

Già le immagini satellitare dell'esplosione erano incredibili ma la cosa ancora più impressionante è stato scoprire che l'ONDA D'URTO è arrivata fino a noi a 17.000 km di distanza.

Ieri sera questa stazione meteo posta presso il rifugio Campogrosso (Recoaro Terme, Vicenza) ha registrato un picco di pressione verso le ore 21 con successive repliche più piccole forse dovute allo stesso evento. Davvero incredibile immaginare le forze messe in gioco in questi eventi!
... Espandi il testoRiduci il testo

6 giorni fa
Come saprete sicuramente dai telegiornali ieri cè stata una immane esplosione del vulcano sottomarino a Tonga nelloceano Pacifico.

Già le immagini satellitare dellesplosione erano incredibili ma la cosa ancora più impressionante è stato scoprire che lONDA DURTO è arrivata fino a noi a 17.000 km di distanza.

Ieri sera questa stazione meteo posta presso il rifugio Campogrosso (Recoaro Terme, Vicenza) ha registrato un picco di pressione verso le ore 21 con successive repliche più piccole forse dovute allo stesso evento. Davvero incredibile immaginare le forze messe in gioco in questi eventi!

Commenta su Facebook

Incredibile e mi fa davvero paura !!

Registrata anche nella mia stazione di Castelgomberto alle 21 di ieri! Un bel +2hPa in un attimo🤓

E' arrivato il momento di presentare la nuova mostra temporanea JWST: EDGE OF INFINITY.

Domenica 23 gennaio, con primo spettacolo ore 11:00, ci sarà la "prima" della nuova mostra dedicata completamente al telescopio spaziale James Webb a pochi giorni dal raggiungimento della sua orbita stabile.

Attraverso una mostra dinamica conosceremo il percorso che sta facendo il più complesso e ambizioso telescopio spaziale mai costruito dall'uomo e quali obiettivi si prefigge di raggiungere attraverso un'esperienza immersiva.

I posti sono già prenotabili qui: www.marsec.org/prenotazioni-ed-eventi/

Vi aspettiamo!
... Espandi il testoRiduci il testo

6 giorni fa
E arrivato il momento di presentare la nuova mostra temporanea JWST: EDGE OF INFINITY.

Domenica 23 gennaio, con primo spettacolo ore 11:00, ci sarà la prima della nuova mostra dedicata completamente al telescopio spaziale James Webb a pochi giorni dal raggiungimento della sua orbita stabile.

Attraverso una mostra dinamica conosceremo il percorso che sta facendo il più complesso e ambizioso telescopio spaziale mai costruito dalluomo e quali obiettivi si prefigge di raggiungere attraverso unesperienza immersiva.

I posti sono già prenotabili qui: https://www.marsec.org/prenotazioni-ed-eventi/

Vi aspettiamo!

2022 SI RIPARTE!

Giovedì 20 Gennaio 2022 ore 20:30 una serata riservata ai soci con la conferenza "IMPATTI METEORITICI" di Massimo Pieropan.

Il 20 gennaio è il termine ultimo per il rinnovo della propria tessera di iscrizione al MarSEC, da venerdì 21 gennaio riapriremo le iscrizioni al numeroso gruppo in lista d'attesa e successivamente, se ancora ci fossero posti disponibili, a tutti.

Affrettatevi se volete un posto in prima fila con il cosmo!
... Espandi il testoRiduci il testo

7 giorni fa
2022 SI RIPARTE! 

Giovedì 20 Gennaio 2022 ore 20:30 una serata riservata ai soci con la conferenza IMPATTI METEORITICI di Massimo Pieropan. 

Il 20 gennaio è il termine ultimo per il rinnovo della propria tessera di iscrizione al MarSEC, da venerdì 21 gennaio riapriremo le iscrizioni al numeroso gruppo in lista dattesa e successivamente, se ancora ci fossero posti disponibili, a tutti.

Affrettatevi se volete un posto in prima fila con il cosmo!

Il MarSEC si trova nell'alta valle del Chiampo al confine tra la Lessinia e le Piccole Dolomiti.
Proprio le Piccole Dolomiti sono per loro natura soggette al fenomeno della Enrosadira al mattino o la sera.

Cos'è la Enrosadira?
Le Piccole Dolomiti, come le sorelle maggiori le Dolomiti, sono composte da dolomia (roccia sedimentaria carbonatica costituita principalmente dal minerale dolomia chimicamente un carbonato doppio di calcio e magnesio) la quale riflette e amplifica i colori dei raggi solari al mattino e la sera dipingendosi di colori che vanno dal rosso al rosa e che cambiano continuamente con le condizioni atmosferiche.

Ed è proprio la luce del Sole e l'atmosfera terrestre la causa di questa tavolozza di colori, infatti mentre durante il giorno i raggi solari sono quasi perpendicolari (e le Dolomiti vengono chiamate "Monti Pallidi") tutto cambia la mattina o la sera. I raggi luminosi arrivano trasversalmente e i fotoni che li compongono vengono dispersi, assorbiti e riemessi dagli strati della nostra atmosfera a lunghezza d'onda più lunghe e quindi a colori via via sempre più tendenti al rosso.

Uno spettacolo al quale si fa fatica ad abituarsi, un motivo in più per passare un weekend in zona tra astronomia e meraviglia delle Piccole Dolomiti.

Foto di stamattina.
... Espandi il testoRiduci il testo

1 settimana fa
Il MarSEC si trova nellalta valle del Chiampo al confine tra la Lessinia e le Piccole Dolomiti.
Proprio le Piccole Dolomiti sono per loro natura soggette al fenomeno della Enrosadira al mattino o la sera.

Cosè la Enrosadira?
Le Piccole Dolomiti, come le sorelle maggiori le Dolomiti, sono composte da dolomia  (roccia sedimentaria carbonatica costituita principalmente dal minerale dolomia chimicamente un carbonato doppio di calcio e magnesio) la quale riflette e amplifica i colori dei raggi solari al mattino e la sera dipingendosi di colori che vanno dal rosso al rosa e che cambiano continuamente con le condizioni atmosferiche.

Ed è proprio la luce del Sole e latmosfera terrestre  la causa di questa tavolozza di colori, infatti mentre durante il giorno i raggi solari sono quasi perpendicolari (e le Dolomiti vengono chiamate Monti Pallidi) tutto cambia la mattina o la sera. I raggi luminosi arrivano trasversalmente e i fotoni che li compongono vengono dispersi, assorbiti e riemessi dagli strati della nostra atmosfera a lunghezza donda  più lunghe e quindi a colori via via sempre più tendenti al rosso.

Uno spettacolo al quale si fa fatica ad abituarsi, un motivo in più per passare un weekend in zona tra astronomia e meraviglia delle Piccole Dolomiti.

Foto di stamattina.

Commenta su Facebook

Spettacolare il massiccio del Pasubio!! Inconfondibile il soglio dell’ incudine sulla sinistra . 👍

Grazie della spiegazione!!

bella atmosfera

COMETA LEONARD

Spiegazione: Che aspetto ha la cometa Leonard da vicino? Anche se non possiamo andarci, l'immagine della chioma e delle code interne della cometa attraverso un piccolo telescopio ci dà una buona idea. Come suggerisce il nome, la coda ionica è composta da gas ionizzato, gas energizzato dalla luce ultravioletta del Sole e spinto verso l'esterno dal vento solare. Il vento solare è abbastanza strutturato e scolpito dal campo magnetico complesso e in continua evoluzione del Sole. L'effetto del vento solare variabile combinato con diversi getti di gas che fuoriescono dal nucleo della cometa spiega la complessa struttura della coda. Seguendo il vento, si può vedere la struttura nella coda della cometa Leonard muoversi verso l'esterno dal Sole anche alterando il suo aspetto ondulato nel tempo. Il colore blu della coda ionica è dominato dalla ricombinazione delle molecole di monossido di carbonio, mentre il colore verde della chioma che circonda la testa della cometa è creato principalmente da una leggera quantità di molecole di carbonio biatomico ricombinanti. Il carbonio biatomico viene distrutto dalla luce solare in circa 50 ore, motivo per cui il suo bagliore verde non arriva lontano nella coda ionica. L'immagine in primo piano è stata scattata il 2 gennaio dal Siding Spring Observatory in Australia. La cometa Leonard, attualmente vista meglio dall'emisfero australe della Terra, ha girato intorno al Sole ed è ora diretta fuori dal Sistema Solare.

Image Credit & Copyright: Blake Estes (itelescope.net)
... Espandi il testoRiduci il testo

1 settimana fa
COMETA LEONARD

Spiegazione: Che aspetto ha la cometa Leonard da vicino? Anche se non possiamo andarci, limmagine della chioma e delle code interne della cometa attraverso un piccolo telescopio ci dà una buona idea. Come suggerisce il nome, la coda ionica è composta da gas ionizzato, gas energizzato dalla luce ultravioletta del Sole e spinto verso lesterno dal vento solare. Il vento solare è abbastanza strutturato e scolpito dal campo magnetico complesso e in continua evoluzione del Sole. Leffetto del vento solare variabile combinato con diversi getti di gas che fuoriescono dal nucleo della cometa spiega la complessa struttura della coda. Seguendo il vento, si può vedere la struttura nella coda della cometa Leonard muoversi verso lesterno dal Sole anche alterando il suo aspetto ondulato nel tempo. Il colore blu della coda ionica è dominato dalla ricombinazione delle molecole di monossido di carbonio, mentre il colore verde della chioma che circonda la testa della cometa è creato principalmente da una leggera quantità di molecole di carbonio biatomico ricombinanti. Il carbonio biatomico viene distrutto dalla luce solare in circa 50 ore, motivo per cui il suo bagliore verde non arriva lontano nella coda ionica. Limmagine in primo piano è stata scattata il 2 gennaio dal Siding Spring Observatory in Australia. La cometa Leonard, attualmente vista meglio dallemisfero australe della Terra, ha girato intorno al Sole ed è ora diretta fuori dal Sistema Solare.

Image Credit & Copyright: Blake Estes (itelescope.net)

Commenta su Facebook

Che bella!!!!🤩

Continua senza sosta l'allestimento delle nuove mostre al MarSEC... ... Espandi il testoRiduci il testo

2 settimane fa

Aggiornamenti James Webb Telescope:

siamo ormai a metà del viaggio, tutto procede secondo previsioni, questa è l'ultima operazione svolta nelle ultime 24 ore "L'ala sinistra/di sinistra (+V2) dello specchio primario è completamente dispiegata e bloccata. Ogni ala contiene tre dei 18 segmenti dello specchio. Questa è una distribuzione a motore."
... Espandi il testoRiduci il testo

2 settimane fa
Mostra altri post...
X
X